ChinaSmartBuy

Novità e Opportunità tecnologiche dalla Cina

Contenuto Sponsorizzato
spazo pubblicitario in vendita
Recensione Haylou GT1: una valida ed economica alternativa a Xiaomi

Provare auricolari e cuffie non ci stanca mai! Dopo Tronsmart Spunky Pro, ritorniamo con un altro paio di auricolari TWS, questa volta di un’azienda meno nota: Haylou. Probabilmente il nome non vi dice molto, ma viso il ruolo che ha avuto nella realizzazione di Xiaomi Airdots e Redmi Airdots, due veri bestbuy di quest’anno, non potevamo perdere l’occasione. Quindi vi presentiamo gli Haylou GT1.

Unboxing

Nulla più del necessario all’interno della confezione in cartonato, un packaging semplice e funzionale che protegge bene il dispositivo.

All’interno troviamo:

  • Haylou GT1 nel loro case di ricarica;
  • Cavo USB-microUSB per la ricarica;
  • Gommini in varie misure (3 paia);
  • Manualistica (cinese/inglese).

Haylou GT1

Design ed ergonomia

Design del case è semplice ed estremamente compatto, 62x40x27 mm per soli 30 grammi, auricolari inclusi. Questi riprendono le forme della stazione di ricarica in modo da regalare una piacevole continuità e pesano solo 4 grammi. Si adattano in modo ineccepibile all’orecchio (almeno al mio) e, più di molti altri concorrenti, risultano discreti. Il peso irrisorio, 4 grammi, e la loro compattezza li porta a dimenticarli completamente, anche dopo qualche ora di utilizzo stancano difficilmente. Perfetti per la palestra grazie alla certificazione IPX5.

Il tutto è in ABS nero, il materiale è resistente e ben assemblato anche se lontano da esperienze premium. Magnetici sia la chiusura del case, che l’alloggiamento degli auricolari.  La comodità nell’utilizzo fa dimenticare di avere a che fare con un primo prezzo.

Audio e chiamate

Ampio range di frequenze (20-15000 Hz) con alcune disomogeneità che tuttavia non creano problemi. Un buon bilanciamento ed un volume apprezzabile rendono gli Haylou GT1 facilmente utilizzabili in tutti i contesti e con la maggioranza dei generi musicali.

Non ci si aspetta tanto da un prodotto di questa fascia e, come la controparte Xiaomi/Redmi, stupisce il rapporto qualità prezzo considerevolmente sopra la media. Nella qualità dell’ascolto rivestono un ruolo importante la riduzione passiva del rumore coadiuvata dalla tecnologia DSP,  capaci di fare la differenza per l’utilizzo in mezzi pubblici e luoghi affollati.

Riguardo all’utilizzo degli auricolari Haylou GT1 in chiamata si possono fare un paio di considerazioni. Il microfono restituisce un audio valido all’interlocutore, anche per telefonate più impegnative, a patto che l’ambiente non sia caotico. In particolare il traffico cittadino, già attenuato dall’abitacolo della propria vettura, non interferisce particolarmente con le telefonate, ma affrontato da pedone spesso disturba, sovrastando la voce. In definitiva è possibile sfruttarli per chiamate in contesti non eccessivamente rumorosi, ma quando messa alla prova, la riduzione del rumore non è efficace in chiamata quanto nella riproduzione musicale.

Haylou GT1

Gestures e connettività

La connettività non ha mai barcollato durante i nostri test. Connettere, disconnettere, spegnere un auricolare o entrambi e cambiare dispositivo appaiato è semplice ed immediato. Il protocollo Bluetooth 5.0 garantisce un buon range di utilizzo ed un sync quasi perfetto per gli audiovisivi.

I comandi touch non hanno una superficie delimitata e si innestano perfettamente sulla capsula senza creare discontinuità. Ben dosata anche la sensibilità e dopo qualche ora di utilizzo i tocchi involontari sono un ricordo lontano. Manca ancora la possibilità di regolare il volume, ma tramite tap e double-tap la gestione delle principali attività è efficace.

Autonomia

Considerate le dimensioni ed il peso complessivo, anche in questo caso le Haylou GT1 passano i nostri test. L’utilizzo intensivo giornaliero è garantito dalla batteria da 43 mAh di ogni auricolare, che ci fa superare le 3 ore di riproduzione. Il case integra una batteria da 310 mAh ed a conti fatti ci sono circa 12 ore complessive di utilizzo. La ricarica completa necessita di un’ora e mezza circa.

Haylou GT1

Conclusioni

Gli Haylou GT1 si collocano a metà strada tra due bestbuy del settore. Ed è già in cantiere un faccia a faccia con le Airdots di Xiaomi e Redmi che approfondisca somiglianze e differenze. Sempre più evidente è lo sforzo di proporre prodotti validi ad un costo facilmente abbordabile. Sono necessari meno di 20€ per acquistare Haylou GT1 e vi diciamo perché ne vale la pena:

  • Comfort, dettato dalle dimensioni ridotte ed il peso piuma;
  • Autonomia, mai lasciati a mezza giornata;
  • Audio, sopra le aspettative;
  • Controlli Touch;
  • Prezzo, a dir poco concorrenziale.

Sono queste le caratteristiche che hanno colpito maggiormente e ci hanno fatto dimenticare qualche difettuccio inevitabilmente associato ad una spesa così contenuta.

Per tutte le novità, le recensioni, i confronti e soprattutto per le migliori offerte, seguici sulla nostra pagina facebook ed i nostri due canali Telegram: ChinaSmartBuy e AmazonSmartBuy.

recensioni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.